Di scene ne nascono come funghi. Una delle più interessanti degli ultimi mesi è la cosiddetta Aussie Touch, sorta di calderone che riunisce produttori e musicisti electro australiani.

Il capofila e forse anche il più conosciuto è sicuramente Flume, artista che dal 2012 ha iniziato ad avere un seguito pazzesco, grazie alla qualità della sua proposta ai confini fra soul, ambient ed electro slow-motion. Dal suo album omonimo vi proponiamo il post-gospel di Holdin On.

 

 

Fra gli altri nomi troviamo L D R U con The Tropics, un singolo dumping house su Future Classics (l’etichetta di punta del “giro”), Ta-ku con l’album Songs To Break Up To, da cui abbiamo preso I Miss You, Chet Faker con il singolo Melt (feat. Kiko Kish) in fotta trip hop classy, Hold Me di Kilter con il bel featuring di Youth, i due gemellini Cosmo’s Midnight con il glo-fi disco di Surge, la deep-hip-hop-house di Motez in Ride Roof Back e per finire il nu-soul di Charles Murdoch con Dekire. Come bonus il remix dei Maribou State per Fixed di George Maple.

Canguro is the new loud.

 

 
Compiled by Marco Braggion