I racconti di Valentina Salimbene, stylist poliedrica. Scelte che catturano l’occhio, a tratti rapiscono lo spettatore. Un look assolutamente magnetico ed anticonvenzionale. Tra il teatrale e il fashion: cinque immagini, cinque storie.

 

Ciao Valentina, com’è nata questa tua passione?

Ho iniziato a decidere i miei total looks a soli 3 anni. Non ho piu’ smesso. La mia passione è cresciuta a dismisura fino a diventare una vera e propria professione. Sono grafica, fashion designer, stylist e titolare di un concept store: Vandal Ville. Il lavoro di stylist mi ha portato a collaborare con diverse riviste (on line e non) come Harper’s Bazaar, MFL per Oreal, Drew, Stile.it, Vogue.it. Amo la bellezza in ogni sua espressione. E adoro rendere felici le persone. Il cuore prima di tutto.

 

Cinque tuoi lavori, cinque scatti che mi hanno davvero colpito. Me li racconteresti?

 

WARM…INSIDE

Non c’importa del freddo. Della luce cupa. Del vento che soffia in viso, ghiacciato. Quando dentro c’è calore, non c’importa…

Silk dress: Patrizia Pepe.
Shoes: Vi archive.
Lapin vest: vintage.
Bijoux: Vi.
 
 

EXPERIMENTS

Gabbie, teste, feti, formule scientifiche, armi sperimentali. E lei. Che finge di essere un manichino.  Torino, magica e inquietante, è lo scenario per questo nostro piccolo horror movie. Doucement. Toujours.

Bomber: Quincy Torino
Knee: Nike
Swim cap: Vi
 
 

GUITARIST PAUSED

Svuotare la mente, accendere una sigaretta e mettere pausa. Da tutto. Una casa isolata dove rinchiudersi a creare. Un look essenziale, dal retrogusto grunge.

Shirt : Patrizia Pepe man
Jeans: Levis
Velvet jacket: Patrizia Pepe man
Sneakers: Converse
 
 

LIKE A DOLL

Una storica sartoria torinese ospita il nostro set. Ci si trova catapultati in un mondo ricco di antichi costumi, di tradizioni, di duro lavoro handmade. Capi unici, ispirati a diverse epoche, si miscelano alla perfezione con la freschezza dei nostri giorni. Per una modern doll.

Shirt : Sartoria
Body and belt: vintage (Vi archive)
Collant: Dior
False eyelashes: Shu Uemura
 
 

RUGBY CALENDAR 2010/11 FOR CHARITY

“La palla ovale deve essere sinuosa quando la abbracci e imprevedibile quando la rincorri, proprio come la donna che ami.” (cit. Geronimus)

E’ difficile tenere fermi i ragazzi, sopratutto quando si ha a che fare con abiti, pose e riflettori.

Se però si parla di solidarietà, nobiltà e sacrificio, i nostri grandi protagonisti sembrano a loro agio anche fuori dal campo. Il rugby va di moda? Sembrerebbe di si… ma il vero trend, per la nostra squadra, e’ mettere in pratica in ogni istante, in ogni scontro, ma soprattutto nella vita, i valori di questo gioco.

Rugby players: Canterbury of New Zeland
Model: Celine B
 
 

a cura di Giovanni Celsi
 
 
Sabato 28 Gennaio 2012 @ WOMADE #2
FABBRICA DEL VAPORE
Via Procaccini 4 – MILANO