Andrea Popovic e Alen Pinku sono a capo del marchio Label2. Dopo aver esposto alcune delle loro creazioni all’evento di lancio di WOMADE Andrea ci parla di loro in questa intervista esclusiva.

 

La vostra unione artistica è iniziata studiando a Brera?

E’ lì che ci siamo conosciuti. La vera collaborazione sul brand però è nata due anni fa.

 

Vi occupavate entrambi di moda già da prima del vostro incontro?

Sì, ed è proprio per la moda che ci siamo trasferiti a Milano. Abbiamo iniziato frequentando il corso di decorazione in Accademia, ma solo perché quello di Fashion Design non esisteva ancora. Abbiamo comunque sempre lavorato individualmente a qualche progetto di moda.

 

Quali sono gli elementi d’ispirazione che hanno dato vita alla vostra collezione?

La nostra collezione è molto minimal, con linee e forme molto rigide. Abbiamo iniziato utilizzando il neoprene. Continuiamo a lavorare con questo materiale ricercando sempre nuove forme.

 

 

Come mai proprio questa scelta?

L’avevo scoperto mentre ero ancora studentessa a Brera. Me ne hanno parlato le mie insegnanti: da lì ho iniziato a utilizzare il neoprene. Successivamente ho realizzato la mia prima collezione e me ne sono davvero innamorata! Anche Alen non è rimasto indifferente all’effetto che creava e così abbiamo deciso di continuare a percorrere questa strada.

 

 

 

La donna che rappresentate è essenziale fino a sembrare quasi rigorosa. A quale archetipo vi rivolgete di preciso?

E’ il materiale stesso che conferisce quell’aspetto rigido e rigoroso. Noi non siamo mai partiti da questo concetto. A dire il vero, ci sono altri pezzi della collezione che non danno quell’immagine di rigore: la nostra donna è un pò misteriosa, anche molto sicura di sé, ha una personalità forte.

 

 

 

Se doveste scegliere un’icona della moda o del cinema per promuovere i vostri abiti chi scegliereste e perché?

Senza ombra di dubbio Bjork. Lei è molto alternativa e misteriosa, ama provocare in un modo diverso rispetto a quello che siamo abituati a vedere.

 

 

 

Disegnate entrambi o avete ognuno un ruolo preciso nella creazione?

Del disegno ci occupiamo in due perché è fondamentale la combinazione delle nostre idee. Ci troviamo comunque sulla stessa lunghezza d’onda a livello di gusti.

 

 

 

Che cosa avete in progetto per il futuro, nuove idee, riferimenti?

Al futuro pensiamo sempre. Abbiamo nuove idee e progetti in cantiere. In questo momento stiamo lavorando sulla nuova collezione estiva che sarà presentata tra circa un mese sul nostro blog.

 

Grazie, allora guarderemo con attenzione.

Grazie a voi, We love WOMADE!

www.label2.blogspot.com

a cura di Giovanni Celsi