Seme30° è un marchio di re.rurban (associazione-studio composta da giovani progettisti, che si occupa di prodotti artigianali di design, comunicazione strategica, eventi culturali, sistemi di valorizzazione del territorio e moda critica).

Questa linea di abbigliamento è nata dalla ricerca di nuovi metodi 100% naturali di tintura su tessuto, che ha portato infine all’utilizzo d’ingredienti “macchianti” come melograno, curry, cavolo, barbabietola, nero di seppia, caffè e tabacco.

La sostenibilità del progetto non sta solo nel tipo d’ingredienti utilizzato per i pigmenti, ma anche nelle materie prime scelte in base alla stagionalità e alla reperibilità.

 

 

Spiegateci il vostro nome, Seme 30°. Per cosa sta?

Seme 30° (naming): il seme è ciò da cui tutto nasce, l’elemento naturale di partenza. I 30° sono un’informazione sulla temperatura di lavaggio dei nostri capi.

 

Qual è il vostro concetto di moda?

Per noi la moda è semplicità e ricercatezza. I nostri tessuti provengono da vecchi magazzini e aziende abbandonate, i tagli sono sempre molto basic in quanto il capo deve essere la tela su cui realizzare l’opera. Realizziamo esclusivamente pezzi unici.

 

 

Come avete iniziato a usare la tecnica della tintura? E’ stata una scoperta fortuita, una prova casuale o piuttosto una scelta precisa?

Tutto è nato dalla ricerca di ciò che macchia maggiormente i tessuti: siamo partiti da un’analisi delle macchie più comuni, per poi “potenziare” gli ingredienti creando pigmenti resistenti al lavaggio. Una palette cromatica dettata dalle stagioni e dalla reperibilità degli ingredienti.

 

 

Per voi il colore è più una “macchia” o un tratto distintivo del capo d’abbigliamento?

Partendo da semplici macchie, ci siamo mossi sul concetto della contrapposizione fra forme naturali e forme geometriche: attraverso stencils (scarti vari di industrie e vere piante) cerchiamo di far dialogare l’approccio umano alla definizione della realtà con quello spontaneo della natura. Geometrie spontanee naturali vs forme geometriche piane.

 

 

Quali cromie associate al cibo ritenete più interessanti e/o avete usato nella vostra produzione?

I frutti rossi (palette dal viola intenso al lilla) e in nero di seppia (macchiante eccezionale).

 

 

Contatti:
www.rerurban.it/seme30
info@rerurban.it

 
 
Andrea Tata