Puoi mettere il vestito più bello del tuo armadio, indossare un paio di scarpe che ti stanno a pennello, stare anche delle ore intere a scegliere l’accostamento perfetto… ma se ti manca la borsa giusta tutto questo sforzo sarà inutile.

Un buon consiglio che vi possiamo dare è scegliere una delle creazioni di Stefano Manetti. Nato a Firenze, con una formazione in moda e design, il suo stile è caratterizzato da elementi geometrici e linee pure.

La filosofia di Stefano è l’idea che la borsa abbia la capacità di ridefinire un intero look, anche il più semplice.

 

 

Come avviene la genesi di una collezione di borse NE/NO?

Le mie collezioni nascono dall’esigenza di dar vita a borse, che rivisitando in chiave contemporanea modelli classici, siano fedeli ad una lavorazione di qualità. Elementi geometrici e linee pure sono una costante in tutte le mie creazioni, così come l’armonia che ricerco nella combinazione cromatica e dei materiali. Andando oltre la classica dicotomia tra i generi, le mie realizzazioni si adattano sia all’uomo che alla donna, nell’arco dell’intera giornata e spaziano dagli zaini oversize alle cartelle da lavoro passando per le clutch.

 

 

Perché accessori piuttosto che abiti?

Alla base della filosofia di Ne/No vi è l’idea che la borsa, estensione del corpo di una persona, sia dotata di una propria autonomia e sia in grado di ridefinire un abito o addirittura un intero look. The power of accessories!

 

 

Qual’è la tua definizione di eleganza e di stile?

L’eleganza è qualcosa d’innato, mentre lo stile è un’espressione di sé che si sceglie e caratterizza i vari periodi della propria esistenza. La semplicità, il buon gusto e la qualità sono elementi fondamentali che determinano questa mia concezione delle due cose. Una borsa o uno zaino firmato Ne/No, con la leggerezza dei materiali combinati e l’essenzialità di linee, forme e cromatismi, è in grado di far esprimere con maggiore rilevanza l’identità di chi la sceglierà.

 

 

In un accessorio è più importante il dettaglio o l’oggetto nella sua totalità?

Entrambe queste caratteristiche sono fondamentali: il primo ne determina la scelta, il secondo l’utilizzo. Nello specifico il dettaglio è ciò che influenza l’acquisto, la voglia di possesso, sebbene l’utilizzo quotidiano sia dato dalla funzionalità dell’oggetto stesso.

 

STEFANO MANETTI - NE NO

 

Cosa immagini che abbia una donna e/o un uomo all’interno di una tua borsa?

La vita, se stessi, le proprie esperienze!

 

 
Ne/No exhibition at WOMADE #7
Sabato 1 Febbraio – Chiostri di San Barnaba (Milano)
 

 
Andrea Tata