Sabato
29 settembre 2012

dalle 22.00 alle 04.00

c/o CHIOSTRI DI SAN BARNABA

via San Barnaba 48, MILANO (P.ta Romana)

“Riprende la serie di eventi targati WOMADE, il carillon creativo pronto a raccontare una nuova storia fatta di creatività in modalità multitasking”

WOMADE # 3

Porta Romana, Milano. Chiostri di San Barnaba.
Ti trovi per caso lì vicino. Un luogo che si fa fatica anche ad immaginare: un convento del XV secolo da sempre teatro dei più importanti eventi culturali della città.

Ti fai trasportare dal movimento di un flusso continuo di persone: creativi, artisti e curiosi.
Chiedi informazioni. Ti suggeriscono di seguirli e ti raccontano che lì vicino prenderà forma WOMADE: un evento che unisce arte, musica e interattività.

WOMADE è un’occasione unica per vedere opere di creativi emergenti, fare networking, rubare idee e condividerle, ascoltare musica e immergersi in video e creazioni.
Una storia fatta di illustrazione, fashion design, fotografia e video-arte.

Più di dieci artisti selezionati che animeranno il giardino esterno e gli spazi interni.

featuring:
SVPERFINE
TBWM

ARTISTI

AMBRA PEGORARI
Fotografa emergente, interpreta la malinconia e il passato facendoli rivivere nei suoi scatti. Ha vinto il concorso “Italian Style” organizzato da Vogue.it nel luglio 2011.

ANDREA FIORINO
I suoi lavori, non opere, parlano di donne, di mitologie e di contemporaneità, donne asessuate vestite con abiti moderni che vivono in un tempo non ben definito.

AGNES WEBER
Parigina di nascita, unisce la passione per il teatro a quella per la fotografia, creando delle composizioni di luci ed ombre. Studia presso L’Ecole Nationale Supérieure des Beaux-Arts de Paris Cery e in Italia collabora come fotografa presso il Teatro alla Scala.

ALCOOLIQUE
Progetto dedicato all’urbanwear in chiave couture.
Alcoolique vuole riportare alla luce, la tradizione sartoriale napoletana, utilizzando esclusivamente tessuti e sarte italiane.

SIMONE ROVELLINI
Nasce a Piacenza nel 1986. Da grande avrebbe voluto impagliare animali, ma quando ha scoperto che prima bisognava ucciderli, ha deciso di fare il regista.

MIRYAKI
Sartorialità, rigore e sogno: sono queste le basi delle creazioni Miryaki, realizzate rigorosamente hand made da un team di sarte siciliane, riconosciute e apprezzate per il loro lavoro artigianale molto vicino ai metodi della fattura tradizionale.

LUDOVICO LOFFREDA
Il mood “Architettura e movimento” e lo streetwear/Urbanwear Minimal proiettato sul panorama del Crossover Berlinese, con un gusto delle proporzioni di matrice nipponica e un senso speciale per le combinazioni materiche. Precisi espedienti per una nuova e matura nozione di sporty chic.

Vs2R
Una sfida alla gravità, agli stereotipi e ai limiti della manifattura calzaturiera.
Il brand nasce dalla volontà di mixare un design dalla marcata connotazione geometrica e strutturata con linee morbide e avvolgenti.

KLAUS MORGUE
Per le sue opere utilizza il collage (da quelli più contemporanei alle vecchie icone bizantine) su supporti diversi, tra cui tela, tavole di legno e pareti. Premio della Critica (Premio Patrizia Barlettani – NEXT GENERATION 2011), con l’opera “Apocalisse”.

FACE CUP
Italian stylish espresso. Una miscela di grafiche, ironia e stile che trasforma questa polvere nera in una filosofia, uno strumento per rendere le nostre giornate più piacevoli. Il progetto raccoglie viaggi tra i 5 continenti, una linea di caffè e tisane che concentra i trend più disparati in uno stile universale.

CARLO ALBERTO RASTELLI
Il lavoro pittorico di Rastelli, si dirama in due percorsi paralleli, entrambi inscrivibili nel tentativo di una rilettura contemporanea di due stili classici della storia dell’arte: la ritrattistica e il paesaggio.
I ritratti si distinguono nella deformazione quasi caricaturale dei volti, contratti in smorfie innaturali e trattati con una pittura iper realistica che contrasta nettamente con le campiture astratte che si stagliano sul fondo e con le texture geometriche che disegnano gli abiti delle figure.

IT-A
Italian Artists T-Shirt. Un gruppo di giovani creativi dà vita all’idea: promuovere il gusto e lo stile Made in Italy attraverso l’estro artistico delle nuove generazioni e la voce anticonvenzionale delle T-shirt. Passione per l’arte, la cultura, senso di appartenenza e orgoglio per un Paese ricco di storia e nomi illustri spingono il team di IT-A a scommettere sulla contemporaneità e la forza del design italiano selezionando giovani promesse.A WOMADE con un live di Stefano Colferai aka Mole e di Roberto Hikimi Blefari.

Stefano Colferai aka MOLE
Classe 89, diplomato in arti grafiche e pubblicitarie, ha frequentato il corso di nuove tecnologie all’Accademia di Brera di Milano. Trova negli anni ‘70 e ‘80 la sua fonte d’ispirazione primaria, subito seguita da artisti e illustratori contemporanei..

Roberto HIKIMI
Graphic designer e illustratore dallo spirito sognatore. Segni particolari: testa tra le nuvole e autoironia. Obiettivo artistico: catapultare l’osservatore in un mondo di fantasia per farlo sorridere e sentire leggero, anche solo per un attimo.

JUAN LUIS VALADEZ
Dal Messico si trasferisce a Milano per studiare fashion design all’istituto Marangoni. Torna in Messico con la missione di raccontare e interpretare il gusto italiano attraverso la sua linea di moda. Una fusione di paradossi, freschezza e raffinatezza sono i temi principali che caratterizzano questo giovanissimo brand.